Pubblicato il

Lo spazzolino che usi ti sembra pulito?

Lo spazzolino non sta simpatico a tutti.

A tutti i dentisti capita spesso di notare che la maggior parte delle problematiche odontoiatriche corrispondano a gravi mancanze nella quotidiana igiene orale.

Il problema principale di molti pazienti non è che si lavano poco o denti.

Addirittura commettendo una serie di sbagli che aumentano ulteriormente i danni provocati da una scorretta igiene orale.

Lavarsi  i denti non è affatto semplice calcolando che mai nessuno ti ha insegnato come si fa.

Di solito il bambino prende come esempio mamma e papà, impugna uno spazzolino e li emula credendo di fare ciò che è necessario.

Molte volte si prende esempio anche dalla TV riempiendo di dentifricio la testina dello spazzolino.

È qui che ci accorgiamo dell’influenza che ha la pubblicità su di noi.

Vi fanno credere che usare molto dentifricio sia più igienico, in realtà e’ solo un gel che completa l’azione di pulizia.

Il dentifricio contiene alcune sostanze come il fluoro che rinforzano i denti ma quello che conta e’ solo l’azione di sfregamento delle setole dello spazzolino.

Ma il tuo spazzolino è veramente pulito?

Lavarsi in denti è importante ma è altrettanto importante prendersi cura del proprio spazzolino.

Un comune spazzolino infatti può essere più sporco del pavimento del bagno.

Tra le setole possono trattenersi più di 10 milioni di batteri tra cui gli Escherichiacoli e Stafilococco. Sono i germi più pericolosi ad alto rischio di contagio.

Se facciamo attenzione a ciò che avviene in bagno mentre ci laviamo le mani notiamo che impossibile evitare che delle minuscole gocce di acqua contaminata delle mani sporche, arrivi direttamente sul bicchiere dove si trova il nostro spazzolino.

bagno-decorato-con-accessori-ikea

Lo spazzolino il più delle volte è situato vicino al rubinetto del lavandino del bagno.

Lo tocchiamo con le mani sporche per aprire l’acqua, e dopo aver lavato le mani lo tocchiamo di nuovo per chiuderlo.

Come potete notare è davvero un attimo che lo spazzolino si carichi di batteri.

Ma anche quando tiriamo l’acqua dello scarico si alzano piccole particelle d’acqua infestata che schizzano inevitabilmente sulla testina dello spazzolino.

Provocando una proliferazione di batteri patogeni che non fanno per niente bene alla nostra salute.

Per questo motivo si consiglia di abbassare la tavoletta del water (sembra assurdo vero? Benvenuti nel mondo dei batteri).

Se pensate sia tutto, vi sbagliate.

Infatti alcuni pensano che mettere il “copri-setola” allo spazzolino possa diminuire il rischio di contaminazione invece è l’esatto contrario:

  1. Impedisce di asciugarsi in fretta
  2. E aumenta la formazione di Muffe

È fondamentale che lo spazzolino non sia a contatto con gli altri della famiglia ma abbia un posto tutto suo.

Magari nell’armadietto del bagno evitando così lo scambio di batteri tra di loro ma anche con i vari servizi igienici stessi.

Sarebbe meglio evitare di inserire lo spazzolino in un bicchiere, essendo tappato alla base, diventerebbe immediatamente la casa perfetta per la moltiplicazione dei batteri, imprigionati nel fondo del bicchiere.

L’argento è la soluzione ai batteri.

L’argento anche nell’antica Grecia veniva usato per trattare infezioni batteriche.

Lo sai che esiste lo spazzolino all’argento antibatterico?

Scopri di più sulla contaminazione batterica

Antibatterico_testine_a_confronto_1

Silver Care è l’unico spazzolino che impedisce la formazione di germi.

La sua testina è ricoperta d’argento che quando viene a contatto con l’acqua sprigiona ioni attivi che combattono del 99% la carica batterica.

La pulizia che ti da questo spazzolino è 100 volte più sicura rispetto a uno comune.

L’azione antibatterica non solo avviene durante il lavaggio ma anche quando lo strumento viene riposto nell’apposito contenitore in fase di asciugatura.

L’argento ha azione antibatterica costante questo è ciò che lo rende diverso da ogni altro spazzolino.

brush

Se non lo hai mai provato, lo devi provare.

Silver Care One: Acquistalo qui.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.