Pubblicato il

Video selfie mentre spazzoli i denti è un ottima idea.

Il video selfie può aiutare chi non sa lavarsi i denti.

Oggi giorno sui denti ci sono grandi novità ma anche i video selfie in bagno sono una rivoluzione.

In primo luogo il filo interdentale e lo scovolino aiutano a ridurre il rischio di carie e gengiviti.

Forse è arrivato il momento di fare un passo in dietro e di parlare di qualcosa in cui siamo tutti d’accordo.

Spazzolarsi i denti

Come un educatore e ricercatore clinico, il dentista è stato coinvolto in un piccolo studio.

É stato esaminato se registrare un video selfie potrebbe aiutare le persone a imparare a lavarsi i denti in modo più efficace.

Potrebbe essere una buona idea? Ma perché no? Continua a leggere Video selfie mentre spazzoli i denti è un ottima idea.

Pubblicato il

Triclosan altamente tossico è ancora nelle vostre case.

triclosan dannoso

Triclosan vietato negli USA, ma in casa c’è ancora.

Il Triclosan é un derivato triclorurato del fenolo con proprietà antibatteriche.

La sua struttura chimica è simile alla diossina.

Questo agente viene preso in esame per le sue proprietà altamente tossiche.

Come molti fenoli alogenati si può sciogliere in acqua ma anche in altre soluzioni alcoliche concentrate.

Purtroppo questa sostanza è ancora presente in quasi tutti i dentifrici, saponi, creme, e collutori.

L’FDA Americana ha dimostrato la sua tossicità eliminandolo dai saponi.

Ma i dentifrici sono ancora a rischio.

Infatti sono presenti tracce di questa sostanza altamente tossica in alcuni dei dentifricio e collutori più famosi.

gettyimages-dentifricio-slide
attenzione ai dentifrici con triclosan

Triclosan combina guai

Aumenta il rischio di cancro.

Recenti studi dimostrano che favorisce il cancro al fegato.

Il fegato è l’organo che filtra le tossine che ingeriamo è quindi il primo a soffrirne.

Il fegato se sovraccaricato e intossicato crea pesanti danni di digestione e metabolismo e con il tempo gravi malattie.

Anche i reni sono a rischio.

I saponi che contengono triclosan a contatto con l’acqua, che contenente a sua volta cloro, sono terribili per l’organismo.

Perché il cloro reagisce col triclosan producendo cloroformio una sostanza molto tossica per il fegato, reni e il sistema nervoso centrale.

Deterioramento della flora batterica.

Nella nostra società siamo abituati a disinfestare dei batteri la realtà.

Ma recenti studi dimostrano che proteggersi esageratamente dai batteri non fa che indebolire il sistema immunitario danneggiando la flora batterica delle mucose.

Il compito della flora batterica è quello di produrre molte vitamine, stimolando il rilascio di ormoni.

Il Triclosan Disintegra gli ormoni. 

Danneggia gli ormoni tiroidei il testosterone nei ratti maschio mentre nei ratti femmina gli estrogeni e gli ormoni tiroidei.

Crea batteri resistenti agli antibiotici.

Il triclosan contribuisce a creare dei super batteri resistenti agli antibiotici.

Rendendo banali infezioni o semplici influenze delle situazioni gravissime perché gli antibiotici non fanno più effetto.

Ammalarsi diventa un problema di enorme complessità perché si diventa immuni agli antibiotici impedendo una normale guarigione.

Siamo a contatto con il Triclosan ogni giorno lo ingeriamo quando ci laviamo i denti, lo adoperiamo quando ci laviamo le mani e il nostro intimo.

Prima di acquistare saponi, collutori e dentifrici consiglio di controllare bene gli ingredienti e le relative quantità presenti in ppm F.

É molto importate che si presti attenzione agli acquisti che adoperiamo quotidianamente tipo il dentifricio o collutorio.

Silver Care ha una linea di dentifrici e collutori senza parabeni, senza, triclosan e senza alcool.

Sono prodotti completamente made in Italy ad azione lenitiva con Aloe Vera.

Se al supermercato trovate dei prodotti con il Triclosan o alcool fate molta attenzione.

 

 

 

Pubblicato il

Il manuale per imparare a lavarsi dei denti

Il manuale per imparare a lavarsi i denti è stato creato per tutti colore che pensano di saperlo fare ma in realtà non è così.

Lavarsi i denti può sembrare un gesto semplice e automatico ma non tutti però prestano la giusta attenzione.

Molti danno per scontato di saperlo fare in realtà non sanno di sbagliare.

È importante avere una corretta cura della propria igiene orale.

Il manuale vi elenca i passaggi essenziali per avere una bocca sana e sempre fresca:

Uno dei punti fondamentali è il tempo che dedichi alla tua pulizia.

Ricorda che i denti sono 32 quindi un minuto è troppo poco per passarli tutti in rassegna.

Ci vogliono almeno due minuti per insistere in modo corretto su ogni dente per almeno due volte al giorno.

È meglio partire sempre dai denti posteriori che necessitano di una pulizia maggiore infondo alla cavità orale che si incastrano residui di cibo.

Anche la lingua è necessario che sia pulita.

Essa svolge la funzione di impastare il cibo con la saliva, di spingerlo sotto i denti affinché venga triturato e mandato giù per l’esofago.

Proprio sulla lingua si nascondono i batteri che causano per la maggior parte dei casi l’alitosi.

Mentre spazzoli i denti posteriori è necessario passare con le setole anche sopra le gengive e sugli angoli interni delle bocca esercitando una minore pressione.

Così facendo si disinfettano le aree più nascoste dove si intrufolano rimasugli di cibo che causano acidità.

Non bisogna avere fretta di lavarsi i denti.

Spazzolare i denti di fretta aumenta la pressione esercitata dall’individuo sulle gengive e sui denti.

Rendendoli più sensibili assottigliando e rovinando il loro smalto.

Anche le arcate dentali interne dove si depositano tartaro e placca necessitano di una pulizia profonda.

L’interno dell’arcata dentale superiore va pulita tenendo lo spazzolino verticalmente passando con la testina ogni singolo dente.

Spazzolando dall’alto verso il basso.

L’interno dell’arcata dentale inferiore si pulisce tenendo lo spazzolino in verticale con la testina girata verso il basso.

Spazzolando dal basso verso l’alto.

Dopo aver mangiato aspetta almeno 20 minuti per lavarti denti.

Così hai il tempo di ingerire gli ultimi residui del pasto e dai il tempo al PH naturale della bocca di regolarsi.

La saliva è un attimo deterrente naturale disinfettante che funge da scudo protettivo per gli elementi cariogeni.

È normale e corretto sentire ancora il sapore del dentifricio alla fine di ogni lavaggio.

Il fluoro presente nella pasta è importante per la protezione dei denti.

Esso rimuove la placca batterica, supporta l’eliminazione dell’alitosi, previene malattie gengivali e dentali.

Quando il dentifricio è costituito da ingredienti attivi quali fluoro Xilitolo si crea una barriera protettiva che dura fino a quando non bevi o mangi qualcos’altro.

Ogni vota che si beve del the’ o del caffè in pausa dal lavoro sarebbe meglio ricordarsi di bere dell’acqua e risciacquare bene.

Anche gli spuntini fuori orario sarebbero da evitare perché non potendo lavare i denti si rischia di mantenere nella nostra bocca un ambiente acido costante.

Incrementando così le probabilità di corrosione dello smalto.

Il manuale e i consigli validi.

Per un sorriso più brillante una volta alla settimana, consiglio di intingere la testina bagnata dello spazzolino nel bicarbonato e spazzolare per un altro minuto.

Mi raccomando di farlo al massimo una volta alla settimana perché il bicarbonato rovina lo smalto.

Suggerisco di prendersi tutto il tempo di cui sia ha bisogno per la propria cura personale.

Soprattutto quando si tratta del proprio sorriso.

La miglior tecnica è dedicare il giusto tempo per ogni fase.

Le cose fatte di fretta non vengono mai bene.

Quindi lavando i denti ti godrai un momento di pace e di freschezza che è solo tuo.

Rendendo l’appuntamento allo specchio un momento riposante che fa diminuire la tensione fisica e psichica di ogni giorno.

Un attimo fondamentale a cui non potrai rinunciare mai più.

 

Pubblicato il

Qual’è il miglior spazzolino da denti?

Scegli lo spazzolino perfetto

Il miglior spazzolino da denti qual’é per te?

Per un sorriso bianco non servono dispendiose sedute dal dentista ma basta avere una corretta tecnica di spazzolamento e uno spazzolino adatto a te.

Per coloro che hanno scarse abilità fisiche, forse lo spazzolino elettrico può essere una buona soluzione, ma per chi soffre di detrazione gengivale l’elettrico non è assolutamente lo spazzolino adatto. Infatti lo spazzolino manuale compie l’azione delicata dalla gengiva verso il dente in modo tale che sei tu in maniera autonoma a decidere quanta pressione esercitare. Quello elettrico invece compie movimenti pro e contro la gengiva, e se usato male può causare danni irreversibili. Continua a leggere Qual’è il miglior spazzolino da denti?