Pubblicato il

Spazzolino, filo e scovolino: veri attori dell’igiene orale

Spazzolino, filo e scovolino sono fondamentali per una perfetta igiene orale.

Spazzolino, filo e scovolino tre elementi di vitale rilevanza.

L’oggetto ideale per pulire i denti, le gengive e la lingua è lo spazzolino. Non tutti però sanno usarlo correttamente.

Lo spazzolino funge da attore principale completando l’azione con il dentifricio.

Ma anche lo scovolino e il filo interdentale svolgono una funzione determinante.

Questi tre oggetti sono i veri esperti per una pulizia perfetta.

Ma che caratteristiche deve avere lo spazzolino da denti?

La testa è il punto dove proliferano maggiormente i batteri.

Con lo spazzolino antibatterico Silver Care tutto questo non avviene.

L’argento è il responsabile nella diminuzione della carica batterica.

La testina deve adattarsi alla dimensioni della bocca.

Le setole devono essere arrotondate, di altezza omogenea e di durezza medio-morbida.

Dopo l’utilizzo lo spazzolino va conservato in un ambiente asciutto senza il copri-setola che impedisce alla testina di asciugarsi velocemente.

Se utilizzi Silver Care il problema non sussiste, l’argento della testina non fa avvicinare i batteri.

Quindi il tuo spazzolino è costantemente sotto processo antibatterico grazie all’argento.

I denti vanno lavati dalle 2 alle 3 volte al giorno, per due minuti circa.

Cercando di arrivare nei punti più in fondo dove si intrufolando i batteri che causano l’alito cattivo.

Da non sottovalutare la pulizia della lingua.

Le superfici di contatto dei denti, chiamate superfici inter prossimali vanno invece pulite con il filo interdentale.

tre elementi fondamentali per un ottima igiene orale
baby floss

Come usare il filo interdentale.

Usare il filo è molto importante perché arriva dove lo spazzolino non riesce ad arrivare.

Per utilizzarlo correttamente è necessario far passare il filo tra le dita e inserirlo tra un dente e l’altro fino a superare il punto di contatto, evitando però di toccare la gengiva.

Con il filo bisogna avvolgere il dente e raschiare dalla superficie fino al bordo.

Il metodo richiede di passare in rassegna dente per dente, da quelli più avanti fino ad arrivare a quelli più in fondo.

È indispensabile passare il filo prima dello spazzolino in modo tale che lo spazzolino riesca a rimuovere tutti gli sporchi che il filo è riuscito ad eliminare.

Lo scovolino non è un sostituto del filo.

É ottimo per coloro che portano l’apparecchio.

Lo scovolino supporta in modo eccellente l’azione dei classici protagonisti dell’igiene orale: spazzolino, dentifricio e collutorio.

Similmente al filo interdentale, lo scovolino va fatto scorrere delicatamente nella fessura interposta tra dente e dente: così facendo, i residui di cibo, placca e batteri vengono rimossi anche dagli spazi interdentali inaccessibili allo spazzolino.

Come si fa ad essere certi di aver eseguito tutti passaggi correttamente?

È fondamentale essere molto costanti nella pulizia.

Spazzolino, filo e scovolino si usano con estrema calma e relax, con la fretta le cose non si fanno mai bene.

Se sarai attento a completare tutti i passaggi la tecnica avrà sicuramente successo.

Per una pulizia davvero efficace non puoi metterci meno di 2 minuti con lo spazzolino.

Il filo e lo scovolino più li utilizzi meno tempo dovrai impiegare per rimuovere la sporcizia tra i denti.

Chi usa spazzolino, filo e lo scovolino avrà una bocca sana e pulita senza aver bisogno di sedute continue dal dentista.

Se la tua igiene sarà così precisa e costante dal dentista ti basterà andarci un paio di volte l’anno.